Tempo d’autunno: visitare la Maremma è sempre un buon motivo

In parte selvaggia e incontaminata, in parte storica e piena di tradizioni, la Maremma offre una varietà di luoghi da visitare. È una terra particolare, che spesso non entra subito negli occhi delle persone. Infatti, l’appeal della Maremma è di rappresentare, per eccesso, la parte più conservata e naturale della Toscana. Con le sue molteplici facce, la Toscana del sud offre diverse opzioni per i turisti più curiosi: tra spiagge mozzafiato, natura, eventi e tanta buona cucina, visitare la Maremma in autunno è sempre una scelta azzeccata, in un periodo stagionale che è successivo al caldo estivo e che rivela tutta la bellezza di questa terra sognante, quella di una perla nella perla.

Indubbiamente la Maremma, quella più pubblicizzata e nazional-popolare, non rappresenta la vera natura della Toscana del Sud. La Maremma autentica non è il “buenretiro” di politici e attori, non è la terra stereotipata di cowboy alla toscana, non è la lunga fila di curiosi che venivano ad ammirare all’Argentario il dramma della Costa Concordia naufragata. La Maremma, quella vera e non artefatta, è altro e si rappresenta molto bene in alcune zone incontaminate che non hanno goduto di medesimo clamore e pubblicità da varietà. Scopriamole insieme.

Cosa visitare in Maremma d’autunno?

Visitare la Maremma vuol dire immergersi nel passato, scoprire piatti unici che parlano del mondo contadino. La Maremma è natura senza mezzi termini: boschi, colline, mare e montagne. Il Parco della Maremma, il Monte Amiata e le Colline Metallifere, sono solo alcuni dei posti incontaminati che questa terra offre. Tra diverse specie animali, un territorio che si modifica in pochi chilometri e si alterna con una varietà infinita di piante: un microclima poderoso che si genera tra l’arcipelago toscano e la montagna amiatina. In autunno, è possibile visitare la Maremma. Ecco alcune idee su cosa fare e vedere:

Il Mare. La Maremma offre un mare cristallino di rara limpidezza, in uno scenario dove le isole dell’arcipelago: l’Elba, Giglio, Montecristo, sono veri attori su un palcoscenico immaginario dove perdersi con l’orizzonte. Inoltre, località come Castiglione della Pescaia hanno ottenuto dal Touring Club e da Legambiente il massimo riconoscimento per la limpidezza delle acque: le 5 vele.

Il Parco della Maremma. In Estate è possibile visitare questo comprensorio naturalistico accompagnati da una guida. Ma in Autunno, Inverno e Primavera, è invece possibile muoversi in modo autonomo, magari in bici oppure a cavallo.

– Fiume Ombrone. Sono arrivate le prime piogge e il Fiume Ombrone concede di essere navigato in canoa fino alla foce; un’esperienza veramente toccante che, per i meno esperti, si consiglia di essere vissuta comunque con l’aiuto di una guida.

– Il Monte Amiata. Il gigante della Maremma: una montagna vulcanica vera dove, non si direbbe, è presente anche un attrezzato impianto sciistico. Le sue faggete sono belle da percorrere a piedi con itinerari che portano in alto fino alla croce amiatina a 1738 metri. Un panorama davvero mozzafiato sulla Maremma e sull’Arcipelago!

Le Colline Metallifere. Una zona ricca di paesi sognanti e una geologia attrattiva e fantastica, fatta di miniere in disuso ma visitabili e piccoli borghi termali come Sasso Pisano. In questo piccolo gioiello troverete anche un lavatoio di acqua calda immerso nel bosco. Trovarlo in una giornata di autunno sarà una sfida e sarà un premio irrinunciabile immergersi nella sua acqua ricca di zolfo.

Maremma d’autunno: cosa e dove mangiare?

Mangiare bene in Maremma è una vera esigenza. Infatti, questa terra è un caleidoscopio di ricette tradizionali toscane. Visitare la Maremma in autunno vuol dire assaporare gusti genuini. Tra le cucine che sposano tradizione e innovazione troviamo ristorante Re Sugo, immerso nella campagna maremmana, con grandi finestre che escludono muri o separazioni tra la tavola e la campagna. Un atto voluto per congiungere questi due mondi, la terra e il cibo, la bellezza e il sapore, l’armonia e l’equilibrio di una cucina sana e naturale. Piccole attenzioni che si ripetono come all’adiacente resort. Da Re Sugo entrano solo prodotti di prima scelta: verdure, carni e selvaggina. Nella filosofia del ristorante mangiare bene è comprare al meglio e quindi, per esempio, pomodori ed insalata sono provenienti da colture idroponiche e quindi privi di agenti chimici aggressivi. Pasta fresca fatta in casa, con una varietà di piatti fantasiosi e creativi, ma che si allacciano al passato: ceci e baccalà sono dei ravioli ripieni di ceci al rosmarino con un ragù rosso di baccalà, formaggio e pere sono dei ventagli di pasta all’uovo che ricordano questo abbinamento tra il sapore deciso del Taleggio e la dolcezza di una pera coscia. E poi la carne rossa con tagli di razza Limousine che, in assoluto, sono una delle colonne portanti del ristorante. Da Re Sugo, si scopre però un mondo di cose buone e si può tornare a casa con dei ricordi in valigia: salumi (Silvano Mori), formaggi (Il Fiorino), vino (tanti produttori che offrono una rosa di etichette di altissimo livello).

Visitare la Maremma: agriturismo di lusso, albergo o resort?

Non si viaggia in Maremma. In Maremma si abita e si vive lo stile di questa terra millenaria. Questo per dire che la Maremma offre molto anche nel tipo di accoglienza. Autenticità, tradizione, storia e un pizzico di fascino, fanno della Maremma una terra “a braccia aperte” in grado di miscelare alla formula di una vacanza “country chic” anche quel tocco in più che non guasta. Scendendo da Roccastrada, ad appena 20 minuti dal mare, ecco una tappa sicuramente da non mancare, la Residenza Le Versegge Resort &Restaurant: una piccola isola di pace che ti accoglie con un sorriso e una cura in più, per chi ama organizzare vacanze intelligenti.

Infatti, non si può definire se è una Residenza, un agriturismo di lusso, un vero e proprio albergo. Forse questo resort di campagna è trasversale a tutte queste offerte e permette grande libertà nel scegliere che tipo di vacanza avere, fai da te oppure con servizio di albergo. Un vero lusso se pensiamo all’esclusiva semplicità di potersi sentire indipendenti.

Le Versegge è molto curato, con un giardino verdissimo, ricco di alti pini marittimi, una piscina incastonata in una corte ad archi riparata, un piccolo ristorante dove scoprire i sapori della Maremma. In ultimo, un’ulteriore consiglio per chi vuole visitare la maremma in autunno: costa meno a patto di prenotare per tempo!

Con la Residenza Le Versegge Resort&Restaurant è possibile trovare tante opportunità di vacanza con degustazioni incluse, programmi di visite a pacchetto, corsi di ogni genere. La Maremma più bella e nascosta ti aspetta con tante idee vantaggiose!