Ecco perché tra i sentieri in Toscana più belli ci sono quelli della Maremma

Concedersi una camminata tra i sentieri in Toscana immersi nel verde è uno dei regali più belli che potrete concedervi questa primavera e farlo in Maremma potrebbe rendere tutto ancora più magico.
Ecco quindi alcuni consigli pratici che vi potranno essere utili quando camminerete nella natura alla scoperta dei più bei sentieri della Maremma Toscana.

La Macchia maremmana è la nostra “Primadonna”

Camminare è la più grande conquista che ogni essere umano compie. Di fatto muoversi, è la prima cosa che impariamo a fare nella vita. Nella nostra cultura, sempre più meccanizzata e veloce, il ritmo cadenzato di una camminata è forse andato in disuso e oggi, più che mai, si sente il bisogno di questo primordiale istinto di muovere il corpo.

Perché ritornare a camminare

Alla Residenza Le Versegge, resort immerso nella campagna più bella e pura, non potevamo certo non pensare alle camminate in macchia (detto alla maremmana) o come invece è linguaggio ormai comune, trekking o nordic walking. Anche noi quindi promuoviamo la cultura della camminata, un’attività tanto importante che anche le tendenze mediche più attuali lo consigliano vivamente. Camminare (e non correre) fa bene perché:

  • riattiva le funzioni cardiache e circolatorie;
    Non mettendo in sforzo il sistema cardio respiratorio, permette una sana e corretta perdita di peso che non è aggressiva;
  • è un naturale regolatore fisiologico e, unitamente ad una dieta alimentare corretta, agisce sulla funzionalità metabolica con giusta ripartizione dei valori di grassi, acqua e massa muscolare;
  • non danneggia lo scheletro al contrario di un’attività troppo dura su terreni non elastici, che potrebbe compromettere giunture, legamenti e muscoli;
  • pulisce la mente e rilassa liberandoci da tensioni e stress;
  • fatto in compagnia è un modo per condividere una esperienza nuova e divertente;

Camminare sì. Ma non prendetela sotto gamba.

Non è un gioco di parole! Spesso nel bosco si avvistano persone non attrezzate nella dovuta maniera. Camminare fa bene ma farlo male, può inevitabilmente danneggiare la postura e quindi essere molto negativo per il corpo. Scarpe non adeguate, abbigliamento da città ed improvvisazione, sono da evitare assolutamente. Un buon negozio di sport vi può fornire tutto l’occorrente per essere dei camminatori preparati e non dei “pesci fuor d’acqua”. Cosa serve oltre ad una attrezzatura consona? Sicuramente è importante non dimenticare che camminare è comunque uno sport e quindi bisogna farlo per gradi, senza sforzi eccessivi e dando importanza ad alcuni aspetti determinanti.

  • Scarpe: usate pedule alte e ben artigliate se il giro comprende percorsi scoscesi e sassosi; pedule basse se il percorso sarà meno impegnativo;
  • Evitare tennis o Sneaker non adatte a questo uso;
  • Se il tempo lo permette vestitevi con abbigliamento a “cipolla”. Ottimi sono i tessuti tecnici, leggeri e traspiranti. Va bene anche una tuta o una felpa.
  • Se volete potete mettere dei pantaloncini corti ma, importante, non dimenticate mai un calzettone a coprire il polpaccio. Nel bosco si fanno incontri inaspettati e dobbiamo proteggere la gamba al meglio;
  • Portatevi uno zaino con degli integratori e acqua e non deve mai mancare un impermeabile leggero a mantellina e con cappuccio. Il cappellino è sempre raccomandato;
  • Un bastone di fortuna lo potete recuperare nel bosco. Oppure per chi è appassionato di nordic walking le due bacchette che aiutano nel ritmo braccia/gambe;
  • Orologio, telefono e un programma di geolocalizzazione sono assolutamente da tenere a portata.
  • Testate sempre il vostro abbigliamento. Non affidatevi alle prime scarpe nuove acquistate se dovete mettervi in marcia per 10/20 km. Andare per gradi è fondamentale.

Nel bosco sempre in compagnia.

Possibilmente non addentratevi senza le dovute precauzioni. Perdersi in un sentiero non è per niente difficile e la sensazione dello smarrimento è veramente brutta e da evitare. Per questo, alla Residenza Le Versegge, preferiamo affidarvi a guide esperte che potranno coniugare la vostra voglia di natura, ad itinerari adatti ed in sicurezza. Per i più esperti c’è la possibilità di seguire le nostre indicazioni, anche utilizzando maps caricate con tutte le caratteristiche del percorso proposto. Gigi Petrilli (Associazione Vetturini e Viandanti) è responsabile di itinerari nella zona di Sassofortino, mentre Roberta Margiacchi nella zona della Diaccia Botrona (un’antico e affascinante acquitrino maremmano) o dei rilievi adiacenti alla costa, non lontano da Castiglione della Pescaia.

Mangiare nel bosco.

Mai usare il fuoco che si può rivelare un elemento distruttivo. Mangiare nel bosco è straordinario e portarsi un picnic da consumare davanti ad un panorama mozzafiato è da provare assolutamente. In questo senso la Residenza Le Versegge vi fornisce di zaini “sopravvivenza” che saranno una vera sorpresa da aprire all’ora del pranzo. Ovviamente nel bosco si entra e non si sporca. Tutto quello che non serve più lo si riporta indietro per essere smaltito regolarmente. Si rispettano gli animali e non si offre loro cibo, né si lascia cibo o pane al bivacco. Nel bosco siamo ospiti che si muovono in punta di piedi e con il rispetto dovuto che le cose belle richiedono.

La sera tutti in piscina e poi… da Re Sugo.

Camminare è bello. Con la Residenza Le Versegge sono tante le occasioni durante l’anno per creare un gruppo e vivere un week-end diverso. Si parte la mattina dopo aver fatto una bella colazione con le torte e le ciambelle della nostra Serena. Si concerta una meta e una distanza per arrivare al bivacco. Si mangia e, dopo il meritato riposo, si torna alla Residenza.
Si cammina con una cadenza idonea alle persone e magari si creano più gruppi per dare a tutti il giusto passo da seguire (10 minuti al chilometro è una andatura impegnativa – 15 minuti molto più tranquilla per i più sedentari). In ogni caso saremo con voi per trovare la soluzione ottimale. La sera una bella tavolata vi aspetta da Re Sugo: niente paura potrete mangiare senza pensare alla bilancia!
Avrete consumato già tante calorie che meritate proprio di mangiare i nostri famosi Tortelli di Ricotta e Spinaci!