olio in toscana

Toscana in festa con l’olio nuovo!

Ogni scusa è buona per visitare la Toscana, soprattutto se si tratta di degustazioni. Questo è il periodo della festa dell’olio nuovo: quale migliore occasione, dunque per attraversare alcuni dei borghi più belli della regione?

Vediamo allora quali paesi visitare per non perdere la bontà di un sapore eccezionale, quello dell’olio extravergine di oliva!

Sagre dell’olio in Toscana: ecco i borghi dove (de)gustare un olio doc!

E così, da nord a sud, la festa dell’olio nuovo ricopre l’intero territorio toscano, dove gli ulivi, insieme ai cipressi, sono i protagonisti indiscussi dei bellissimi paesaggi di campagna. Oltre al vino e alle castagne, in questi mesi dell’anno il petrolio giallo spopola sulle tavole nostrane, per poi arrivare oltralpe e lasciarsi apprezzare anche a livello internazionale. Vorresti forse lasciarti sfuggire le deliziose bruschette adornate di olio novello, appena prodotto? Eccoti dunque qualche bella località da visitare, dove degustare le bontà di stagione.

Partiamo dal nord della Toscana, nella provincia di Prato, dove Montemurlo si anima con degustazioni dell’olio nuovo, piatti tipici della zona e passeggiate guidate lungo uliveti e frantoi delle aziende. Potrebbe essere un “gustoso” motivo per visitare la Rocca e l’antica Pieve del paese.

Girovagando per il centro, la festa delle feste avviene i primi di dicembre a San Quirico d’Orcia, nell’omonima valle della provincia senese. Questo antico quanto suggestivo borgo toscano  apre i battenti a un programma ricco di iniziative interessanti, per tutto il centro storico: stand, degustazioni, mercatini, intrattenimento musicale e brevi trekking turistici all’insegna dell’olio nuovo, o meglio di uno degli extravergini più ricercati della Toscana. A diventare tra i luoghi di maggior interesse in queste settimane è anche il Castello di Murlo, dove viene assegnato il premio per il miglior olio dell’anno. Perché lasciarsi sfuggire le bontà del territorio così facilmente?

Verso il sud della regione, presso Magliano in Toscana nella provincia di Grosseto, si trova una pianta di oltre 3000 anni, conosciuta come l’Olivo della Strega eretto a simbolo dell’antica tradizione della raccolta e della frangitura delle olive, dalla leggenda assai interessante e curiosa. La Maremma ti aspetta poi con il Museo dell’Olio di Seggiano in un percorso interattivo che si svolge lungo tutto il centro storico del paese. E dalle pendici del Monte Amiata puoi passare alla Festa del Buco Unto – Festa dell’Olio e del Vino presso Civitella Marittima, dove perderti tra le viuzze del borgo in prodotti tipici, olio nuovo, vino e tante altre prelibatezze del territorio.

Tra un assaggio e l’altro, ecco dove dormire!

Le Versegge Resort

Si sa, girare per sagre e paesi stanca e il miglior modo per riposare bene è inoltrarsi in un resort immerso nella natura della campagna toscana. Immagina di svegliarti nella quiete e nel verde circostante, dove il vento e il canto degli uccelli ti fanno da sveglia.

Ebbene, il sogno può diventare realtà proprio nel bel mezzo della Maremma, presso Le Versegge Resort & Restaurant, voluto da Tommaso Guicciardini, erede dell’antica e nobile famiglia Guicciardini Corsi Salviati. E quindi… se non qui, dove?